Chiesa di San Francesco Saverio

La perfezione dell'equilibrio architettonico e artistico

Descrizione

La chiesa di San Francesco Saverio, costruita tra la fine del XVII sec. e gli inizi del XVIII, sorge nell’omonima piazza nel quartiere dell’Albergaria e rappresenta un’ulteriore testimonianza del barocco in Sicilia.

Esterno

All’esterno il portale settecentesco è racchiuso entro due colonne tortili, sopra le quali, al centro, il busto di San Francesco Saverio tra due putti. Alla sua base un granchio con la croce tra le chele: il crostaceo, secondo la leggenda, avrebbe ripescato dal fiume il crocifisso del Santo.
Sopra il portale, si innalza il frontone che delimita il secondo piano dell’edificio. Alla destra il campanile a tre ordini.
L’ampia cupola centrale è circondata da quattro altre cupolette più basse.

Interno

L’impianto della chiesa è a croce greca, con uno spazio centrale a forma di ottagono intorno a cui ruotano otto altri spazi secondari.

Lungo i due assi principali, le cappelle più importanti. Longitudinalmente, di fronte l’ingresso, sopra il quale si trovano l’organo e la cantoria, l’altare maggiore eseguito da Marino Tarsia nel 1735, con i pannelli decorativi che rappresentano la gloria dell'Agnello e i 4 Evangelisti. Dietro l'altare una tela raffigurante l'Annunciazione della Vergine.
Trasversalmente, a destra, la cappella dedicata a San Francesco Saverio, con decorazioni in marmi mischi opera dei Fratelli Pennino e i putti di Vincenzo Vitigliano. Sotto l'altare una tela con dormiente. Contrapposta a quest’ultima, quella dedicata a S. Ignazio di Loyola, con tre quadri che raffigurano il fondatore della Compagnia di Gesù tra decorazioni in marmi mischi.

Lungo gli assi obliqui, si trovano altre quattro cappelle minori racchiuse entro spazi esagonali da colonne doriche.
La cappella ad angolo a sinistra dell’ingresso è quella dedicata a S. Calcedonio, la cui effige è riprodotta su di un quadro opera di Gaspare Serenario del 1754. Intorno ad esso, alcuni angeli scolpiti da Tommaso Maria Sciacca nel XVIII sec..
La cappella ad angolo a destra dell’ingresso è quella dedicata a Santa Rosalia, con un pregevole dipinto che raffigura la protettrice di Palermo.
Nella cappella ad angolo a sinistra dell’altare troviamo un crocifisso del XVIII sec. circondato da un reliquario. La cappella ad angolo a destra dell’altare è dedicata alla Sacra Famiglia e accoglie una tela di stile “novellesco” del sec. XVII.

Al centro si innalza la cupola a otto finestre che poggia su quattro pennacchi affrescati con scene della vita del Santo.
Quattro altre cupole minori sovrastano le cappelle poste agli angoli della struttura.

Nella Chiesa si venera la statua lignea di San Michele Arcangelo del trapanese Antonio Rallo (1684).

Dettagli

Piazza S. Francesco Saverio
90134 - Palermo
Tel: 091 6517052

Orario

Da Dom a Ven dalle 9:00 alle 13:00

Ingresso

Ingresso gratuito