Palazzo Asmundo

Il fascino di una dimora nobiliare settecentesca tra affreschi e collezioni

Descrizione

Storia

Edificato su una precedente costruzione del 1615, appartenuta alla famiglia Joppolo dei Principi di S. Elia, il Palazzo Asmundo fu acquistato ed ultimato nel 1767 dal Presidente di Giustizia Giuseppe Asmundo, marchese di Sessa, dal quale il palazzo prese il nome.
Nella seconda metà dell’Ottocento il Palazzo, passato nelle proprietà della famiglia Siracusa, fu trasformato in albergo.
Oggi è stato suddiviso in più parti ed ha diversi proprietari. Tra questi c’è la famiglia Martorana, che ha trasformato alcuni saloni del piano nobile in un museo che espone pregiate collezioni.

Esterno

Sulla facciata esterna del Palazzo che si affaccia sulla Cattedrale di Palermo, diverse lapidi narrano eventi passati. In una si può leggere che il palazzo diede rifugio alla regina di Sardegna Maria Cristina, figlia di Ferdinando III, profuga da Napoli insieme al marito Carlo, duca di Genova e di Sardegna. Un’altra lapide ricorda che qui nacquero la pittrice Anna Turrisi Colonna (1821) e la sorella di quest’ultima, la poetessa Giuseppina Turrisi Colonna (1822).

Interno

I saloni del piano nobile sono ricchi di apparati decorativi: gli arredi, le porte e i sovrapporta finemente lavorati, gli stucchi di scuola serpottiana e le volte sontuosamente affrescate da Gioacchino Martorana con scene che inneggiano alla giustizia terrena e divina (in onore del ruolo sociale del committente), rendono il Palazzo Asmundo un vero gioiello d’arte.

All’interno di questi ambienti sono custodite poliedriche collezioni: maioliche e porcellane, ventagli e ricami, cartografie, armi bianche e da fuoco, carrozze e portantine. Segni eccezionali di un passato di sfarzo ed agi dell’aristocrazia palermitana.

Dal balcone dell’ultimo dei Saloni, quello che si affaccia su Corso Vittorio Emanuele, è possibile godere di una vista mozzafiato sulla Cattedrale di Palermo.

Dettagli

Via Pietro Novelli 3
90134 - Palermo
Tel: 091 6519022

Orario

Da Mar a Dom dalle 10:00 alle 13:30
Chiuso il Lunedì

Ingresso

Intero euro 6,00
Ridotto euro 4,00